Home » Oro rapace by Miri Yū
Oro rapace Miri Yū

Oro rapace

Miri Yū

Published
ISBN : 9788807701313
Paperback
351 pages
Enter the sum

 About the Book 

Uno spaccato su un Giappone contemporaneo dalle famiglie spaccate, dai difficili rapporti interpersonali e dalla prostituzione giovanile, per rilevarne il vuoto morale degli adolescenti. Il quattordicenne Kazuki, cresciuto in una famiglia assente,MoreUno spaccato su un Giappone contemporaneo dalle famiglie spaccate, dai difficili rapporti interpersonali e dalla prostituzione giovanile, per rilevarne il vuoto morale degli adolescenti. Il quattordicenne Kazuki, cresciuto in una famiglia assente, sovrappone realtà e videogame, sino a non distinguerne più il confine. Nel corso di una lite uccide il padre e ne nasconde il corpo, ma non vi sono più istruzioni per uscire dallincubo.Equivoci locali da gioco, giovani che si prostituiscono, famiglie spaccate, relazioni difficilissime: nella recente narrativa giapponese il quadro del Giappone di Yu Miri è tra i meno consolatori. Kazuki ha quattordici anni. E figlio di un facoltoso proprietario di pachinko (un gioco simile al flipper) e cresce senza che nessuno si occupi di lui. La madre ha abbandonato la famiglia- il padre non è in grado di sviluppare affetti, il denaro è lunico suo interesse. I fratelli, entrambi più grandi di lui, non gli sono daiuto: Koki soffre di una malattia che ne ha arrestato la crescita mentale e Miho, diciassette anni, trascorre la maggior parte del suo tempo a prostituirsi in cambio dei soldi per fare lo shopping. Anche con i suoi amici Kazuki riproduce lo stesso schema che crede domini la vita degli adulti: nessuno scambio di affetti, soltanto legami di potere. Così si avvolge sempre di più su se stesso e confonde la sua vita con quella virtuale dei video - giochi in cui tutto si risolve nel end - game. Il rapporto con il padre precipita. Durante una lite lo uccide e ne nasconde il cadavere. Kazuki perde ogni contatto con la realtà e la sua giovane esistenza va alla deriva. E convinto che tutte le cose si risolvono consultando i manuali, ma non riesce più a trovare le istruzioni per uscire dallincubo. Con questo terribile apologo sulladolescenza Yu Miri sembra vuole mettere in guardia la società contemporanea, non solo quella giapponese, dagli sviluppi imprevisti della tecnologia: la morale e la religione non riescono più a stare al passo. E alla generazione cresciuta nella realtà virtuale, dove il risultato di ogni azione è sempre chiaro e certo, nessuno è più in grado di indicare lambigua linea di confine tra il bene e il male.